Ultime Notizie

venerdì 28 gennaio 2011

Egitto senza Internet per evitare le proteste organizzate tramite Facebook

L'accesso a Internet in Egitto sembra essere stato completamente messo fuori uso dal governo e intanto proseguono le proteste nel paese.

Quasi tutti gli accessi da e verso il paese sono stati tolti da ieri sera. Tutti i maggiori ISP del paese sembrano essere quasi completamente offline, in un'azione senza precedenti nella storia di Internet.

In precedenza, i siti di social media come Facebook e Twitter sono stati bloccati.

Il Gruppo Noor sembra essere l'unico provider di accesso, con tutte le sue vie di internet e il traffico in entrata dal suo provider di connessione Telecom Italia. Le proteste contro il dominio del governo in Egitto sono state organizzati attraverso i social networks come Facebook e Twitter. Oggi ci si aspetta di vedere la più grande manifestazione mai fatta.

Renesys, un sito di monitoraggio internet, afferma che la mancanza di accesso è un duro colpo per l'Egitto: "Ogni provider egiziano, ogni azienda, banca, internet cafè, sito web, la scuola, ambasciate e uffici governativi che facevano affidamento sulle quattro grandi provider egiziano per la loro connettività Internet è ormai tagliata fuori dal resto del mondo"

Celebrità come il comico inglese Stephen Fry stanno cercando di comunicare con la gente in tutto il mondo per protestare. Ha invitato la gente a unirsi alla protesta in Aiuto all'Egitto.
« PREV
NEXT »