Ultime Notizie

mercoledì 23 febbraio 2011

Terremoto Nuova Zelanda: aiuti da Facebook e Google

Come in passato i social media si esprimono al meglio in tempi di crisi e di emergenza, come il terremoto del Cile lo scorso anno, gli incendi del Colorado Boulder e anche adesso per il terremoto in Nuova Zelanda a Christchurch lo scorso settembre.

Un altro potente terremoto ha colpito in Nuova Zelanda, di nuovo nella zona di Christchurch.  Anche in questo caso l'uso dei siti di social networking come Twitter e Facebook sono prevalenti a dare una mano.

La pagina ufficiale di Facebook ha postato poche ore fa il seguente messaggio:
Il nostro pensiero va a tutti coloro che in Nuova Zelanda sono stati colpiti dal terremoto di ieri. Ulteriori informazioni su come aiutare nella pagina Nuova Zelanda Croce Rossa, e trovare gli aggiornamenti di viaggio dalla Air New Zealand - Quake Christchurch Support. Per gli aggiornamenti in corso sulle risorse, come la Global Relief Disaster sulla pagina di Facebook.

Un sito di aiuto di Google, Google Person Finder ( http://christchurch-2011.person-finder.appspot.com/ ) è stato creato per aiutare la ricerca delle persone scomparse durante il teremmoto a Christchurch. Se si testa il sito sono disponibili opzioni per cercare qualcuno o aggiungere informazioni su qualcuno. Già 3.600 le registrazioni aggiunte da telefonate e anche attraverso Facebook.

Questo va solo a dimostrare come i social media, social networking e la tecnologia moderna può davvero aiutare in tempi di crisi.
« PREV
NEXT »