Ultime Notizie

lunedì 2 maggio 2011

PSN: scuse pubbliche di Sony, tutti i servizi online entro metà maggio

In una conferenza stampa il gigante dell'elettronica Sony si scusa per la violazione dei dati recenti della sua rete PlayStation, in cui gli hacker hanno avuto accesso ai dati personali relativi al servizio di oltre 78 milioni di utenti.

Insieme alle scuse, la società per la prima volta ha offerto qualche dettaglio significativo sulla natura dell'attacco che ha paralizzato il suo servizio per più di 10 giorni.

Il 20 aprile la PlayStation Network è andata offline, interruzione PSN auto-imposta a seguito di una intrusione. Alcuni giorni dopo, la Sony ha rivelato che i dati dei clienti, quasi 78 milioni di utenti, erano stati compromessi. La società ha poi dichiarato che i dati della carta di credito erano stati cifrati, ma non i nomi utente e le altre informazioni. L'azienda dice che vi è una elevata probabilità che le informazioni personali sono compromesse, compresi nomi, indirizzi, date di nascita, indirizzo e-mail, nomi di login e password criptate.

Domenica, Kaz Hirai, capo della divisione gaming della società, ha offerto un calendario per il ritorno dei servizi, entro questa settimana. I piani di Sony per la ricostruzione e il rilancio del servizio includono lo spostamento delle infrastrutture ad un nuovo centro dati. La società afferma inoltre che sta lavorando con l'FBI, che ha avviato un'indagine.
« PREV
NEXT »