Ultime Notizie

martedì 17 maggio 2011

Winklevoss non mollano: caso Facebook alla Corte Suprema

Cameron e Tyler hanno un'ultima carta da giocare nella loro battaglia legale con Facebook. Gli
avvocati dei gemelli hanno annunciato ieri l'intenzione di presentare una petizione alla Corte Suprema, chiedendo all'Alta Corte di valutare la loro causa contro Facebook e il co-fondatore Mark Zuckerberg.

La petizione nasce da un processo dei Winklevosses con il più grande social network del mondo nel 2008, dopo aver dichiarato che Zuckerberg ha rubato la loro idea per un sito di social-networking che hanno chiamato ConnectU. A quel tempo, sono stati assegnati 65 milioni dollari da Facebook in cambio di far cadere tutte le controversie e ulteriori danni all'immagine del sito.

Dopo che l'accordo è stato raggiunto, i Winklevosses hanno ritenuto che i 65 milioni dollari erano basata su una valutazione di Facebook che era inesatta. Facebook, che oggi vale più di $ 50 miliardi, ha negato le accuse, dicendo che i Winklevosses e Narendra hanno ricevuto la loro giusta parte.

Il mese scorso il giudice Alex Kozinski aveva chiuso il caso dicendo che l'esito del processo raggiunto nel 2008 era ancora vincolante. L'avvocato dei Winklevoss, Jerome B. Falk Jr., ha detto che i suoi clienti non sono d'accordo. In una dichiarazione ha annunciato i piani dei suoi clienti portando il loro caso alla Corte suprema statunitense.

Se il caso sarà riaperto, però, resta da vedere. L'alta corte deve decidere se sarà effettivamente il caso.
« PREV
NEXT »