Ultime Notizie

venerdì 5 agosto 2011

Google Music: solo negli Stati Uniti, in Italia?

L'idea alla base di Google Music è semplice, caricare la tua collezione di musica su un server di Google e accedere quindi a tale raccolta di musica utilizzando un PC, Mac o un dispositivo Android.

Possibilità di caricare la tua collezione tramite un'applicazione Music Manager che si scarica e si installa per un PC Windows o Mac. Google ha reso il processo di caricamento estremamente semplice. Dopo l'installazione, si verrà chiesto se si utilizza iTunes o Windows Media Player per eseguire la vostra collezione di musica.

I caricamenti musicali si possono iniziare ad ascoltare immediatamente. Quanto tempo richiede il caricamento varia in base alle dimensioni della vostra collezione e alla larghezza di banda. Google Music legge MP3, AAC, WMA e FLAC, e consente di memorizzare fino a 20.000 file. Si tratta di un servizio significativamente migliore rispetto ad Amazon in quanto il lettore di Amazon non gestisce WMA e limita lo spazio di archiviazione totale a 5 GB, indipendentemente dal numero di file. Tuttavia, Amazon memorizza qualsiasi tipo di file e non solo musica, e se si acquista un album da Amazon MP3, quel limite va fino a 20GB. Per ascoltare la tua musica sul proprio dispositivo Android, dovrete andare al Market e scaricare un aggiornamento.

Purtroppo in questo momento il servizio è in fase Beta solo per gli utenti degli Stati Uniti. Per poter ricevere inviti in anteprima anche dall'Italia ci sono diverse soluzioni tra cui quella di collegarsi attraverso proxy americani come: 

collegarvi al servizio http://www.newipnow.com e scegliere un IP statunitense.
« PREV
NEXT »